agenzia web marketing
formazione, javascript

Difesa Pirc: quando invita qualcuno alla demolizione dell’impianto impugnando una pistola, il nome dell’ agonista che ha il Bianco che ha il fucile entra nella leggenda

agenzia web marketingMa di Nigel Short ne vogliamo parlare, un fortunato giocatore che ha avuto la fortuna di crescere in un contesto di supercampioni e di contnuare a tramandare quella tradizione storica estranea ai computer fino ai nostri tornei attuali esasperati da byte e computer. Certamente ad osservare con agenzia web marketing qualcosa tipo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1124533 c’è da rimanere stereofatti (o stupefatti) perché la passeggiata finale di re che si incunea nelle retrovie nemiche é non solo memorabile ma delirante. Ma Short verrà ricordato solo per questa partita chiede agenzia web marketing? All’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1123803 Miles qualche decennio fa provò a giocare a Short la difesa PIRC, un pò provocatoriamente come farebbe un torero quando sventola il drappo rosso al toro. Spesso però capita che chi ha il potere di incornare, incorna e il sacrificio di donna del bianco diventò un importante riferimento teorico. Ok e quindi Short vince solo con i pezzi bianchi? Ad esempio persino Kasparov nel 1993 venne piallato con un gambetto di re in maniera veloce e spettacolare: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1070668. Invece la rivelazione in questi giorni di sacra festività é che Short ha giocato belle partite anche di nero tipo quella contro Gurewich con una francese che é uno dei suoi cavalli di battaglia: http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1124451. Dal punto di vista stilistico si noti come nella mentalità di questi forti superGM cresciuti all’ ombra di supercampionissimi con i controfaraglioni ci sia una volontà di portare a casa il punto senza rischi, ossia costringendo all’ immobilità e alla paralisi l’avversario prima di azzannarlo con l’ultimo morso letale. E ora appagati dal senso estetico di Short e dalla sua trionfale marcia di re prima della quarantesima mossa contro Timman saltiamo con agenzia web marketing alle regole di programmazione JS, con tutta la sua complicata e labirintica rete di operatori logici, matematici, di assegnazione etc etc. Gli operatori aritmetici eseguono funzioni aritmetiche su numeri (letterali o variabili). Nell’esempio seguente, l’operatore addizione viene utilizzato per determinare la somma di due numeri.

var x = 10 + 5;
document.write(x);

// Outputs 15

È possibile aggiungere tutti i numeri o le variabili insieme come si desidera o necessario.

var x = 10;
var y = x + 5 + 22 + 45 + 6548;
document.write(y);

//Outputs 6630

L’operatore di moltiplicazione (*) moltiplica un numero per l’altro.

var x = 10 * 5;
document.write(x);

// Outputs 50

lui / operatore è usato per eseguire operazioni di divisione:

var x = 100 / 5;
document.write(x);

// Outputs 20

L’operatore Modulus (%) restituisce il resto della divisione (ciò che rimane).

var myVariable = 26 % 6;

//myVariable equals 2

Incremento ++

L’operatore di incremento incrementa il valore numerico del suo operando di uno. Se posizionato prima dell’operando, restituisce il valore incrementato. Se posizionato dopo l’operando, restituisce il valore originale e quindi incrementa l’operando.

Decremento —

L’operatore decrementa decrementa il valore numerico del suo operando di uno. Se posizionato prima dell’operando, restituisce il valore decrementato. Se posizionato dopo l’operando, restituisce il valore originale e quindi decrementa l’operando. Come nella matematica scolastica, puoi cambiare l’ordine delle operazioni aritmetiche usando le parentesi.

Esempio: var x = (100 + 50) * 3;

Gli operatori di assegnazione assegnano valori alle variabili JavaScript. Gli operatori di confronto vengono utilizzati nelle istruzioni logiche per determinare l’uguaglianza o la differenza tra variabili o valori. Restituiscono vero o falso. L’operatore uguale a (==) controlla se i valori degli operandi sono uguali.

var num = 10;
// num == 8 will return false

La tabella inclusa da agenzia web marketing nel post spiega gli operatori di confronto. Gli operatori logici, noti anche come operatori booleani, valutano l’espressione e restituiscono true o false. La tabella inserita nella gallery da agenzia web marketing spiega gli operatori logici (AND, OR, NOT). Nell’esempio seguente, abbiamo collegato due espressioni booleane con l’operatore AND.

(4 > 2) && (10 < 15)

Perché questa espressione sia vera, entrambe le condizioni devono essere vere.

– La prima condizione determina se 4 è maggiore di 2, il che è vero.
– La seconda condizione determina se 10 è inferiore a 15, che è anche vero.

Sulla base di questi risultati, l’intera espressione è risultata vera.

Un altro operatore condizionale JavaScript assegna un valore a una variabile, in base ad alcune condizioni.Sintassi: variable = (condition) ? value1: value2 . For example:

var isAdult = (age < 18) ? “Too young”: “Old enough”;

Se l’età variabile è un valore inferiore a 18, il valore della variabile èAdulto sarà “Troppo giovane”. Altrimenti il ​​valore di isAdult sarà “Abbastanza vecchio”. Gli operatori logici ti consentono di connettere quante espressioni desideri. L’operatore più utile per le stringhe è la concatenazione, rappresentato dal segno +. La concatenazione può essere utilizzata per creare stringhe unendo più stringhe o unendo stringhe con altri tipi:

var mystring1 = “I am learning “;
var mystring2 = “JavaScript with SoloLearn.”;
document.write(mystring1 + mystring2);

I numeri tra virgolette sono trattati come stringhe: “42” non è il numero 42, è una stringa che include due caratteri, 4 e 2. In uno dei prossimi articoli agenzia web marketing riprenderà l’articolo con un approfondimento.

Annunci
web marketing Umbria
angular, chess, formazione, inglese, web marketing Umbria

Web Marketing Umbria: scacco matto ad Angular, prima puntata

web marketing Umbria

Gli scacchi sono un luogo fertile ricco di complessità, ma l’aspirante sviluppatore può ritrovare queste convulse strutture ovunque, soprattutto nella tecnologia Google denominata Angular o persino nello studio della lingua inglese, sottolinea web marketing Umbria. Quindi andiamo a sviscerare i legami sottili che collegano in maniera metafisica questi tre contenitori, ossia gli scacchi, con lo studio della lingua inglese e lo sviluppo di applicazioni web, una triade perfetta dagli aspetti potenzianti. Iniziamo prendendo in esame la partita Tal vs Portish giocata a Niksic nel 1983 sicuramente non molto convenzionale come logica lineare vulcaniana, partita ricca di complicazioni tattiche certamente finalizzate a far capitolare con il botto l’avversario. Link della partita http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1113989, la posizione del diagramma mostra la posizione dopo 21 Tf6 con giudizio critico che viene definito “gioco poco chiaro”. La cosa curiosa di questa partita é che malgrado le velleità di annichilire l’avversario soprattutto da parte del bianco, il tutto stranamente finisca a tarallucci e vino, con una patta alla mossa 36! E ora non resta che introdurre in maniera spettacolare con tutta una serie di incomprensibili geroglifici il significato di espressioni come: cmd, node -v, git bush, npm -v, git hub, repository, download git for windows, angular CLI, npm install – g@angular/cli, ng da bush, ng help, ng new, dipendenze, scheletro e pacchetti, tab e l’autocompletamento, ls -all, ng serve, http://localhost:4200, moduli, componenti e direttive! Boom esclama web marketing Umbria! Ma de che stemo a parlà? Per avere una vaga idea di cosa possa significare NPM che é necessario per esercitarci con Angular possiamo leggere questo articolo scritto da web marketing Umbria all’ indirizzo: https://umbriawayincrementa.wordpress.com/2017/12/03/sviluppatore-frontend-e-agenzia-web-marketing-un-cammino-inossidabile/ dove ci sono tutte le indicazioni per costruire un APP lato server con Javascript ma soprattutto si entra nella forma mentale per i nuovi sviluppatori di domani che devono saper padroneggiare i comandi da riga di comando. Essendo angular un pacchetto integrabile in NODE e NPM, possiamo anche usare uno dei nuovi dialetti javascript come TypeScript ad esempio per assicurare alla nostra applicazione dei vantaggi sulla pubblicazione multipiattaforma ad esempio, dal momento che TypeScript ha delle funzionalità in più estremamente flessibili rispetto al più tradizionale JS. Prima di procedere ametabolizzare il nuovo ciclo di post tematici di sviluppo web di web marketing umbria ci soffermiamo ad evidenziare come editor di codice visual studio code di Microsoft che ha anche la parte di terminale windows integrata nello stesso ambiente, link per il download https://code.visualstudio.com/download. In uno dei prossimi post entreremo nel vivo di Angular anche se Champollion qui dai geroglifici capirebbe che prima di procedere a lavorare con questo modulare e flessibile framework targato Google é fondamentale compiere tutta una serie di azioni preliminari espresse in sequenza sopra in forma ineffabile, per cui prima si installa node e npm e poi si procede a inserire il pacchetto con il comando npm install – g@angular/cli dopodiché si creano all’ iterno della cartella di lavoro le strutture e le dipendenze necessarie per far funzionare tutto il progetto. Adesso non ci resta che approfondire con web marketing Umbria i deliri grammaticale della lingua inglese e la sua grammatica definita facile! Come si sa la lingua inglese si é imposta come la lingua franca per eccellenza nel ventesimo secolo, abbattendo se vogliamo la precedente supremazia con la lingua francese. Cerchiamo di ottenere il massimo con il minimo sforzo per individuare gli elementi strutturali, le basi grammaticali e le sue regole, le principali regole sintattiche e le varietà stilistiche. Vediamo prima di tutto come si legge l’alfabeto inglese: 1 a ei / 2 b bii / 3 c sii / 4 d dii / 5 e ii / 6 f ef / 7 g jii / 8 h eich / 9 i ai / 10 j jei / 11 k kei / 12 l el / 13 m em / 14 n en / 15 o ëu / 16 p pii / 17 q kyuu / 18 r aa / 19 s es / 20 t tii / 21 u yuu / 22 v vii / 23 w dab l yuu / 24 x ex / 25 y wai / 26 z zed. Nell’ alfabeto inglesesi notano cinque lettere che non sono comuni nell’ alfabeto italiano: J, come la g italiana della parola giocare; K come la c italiana della parola casa; W come la u italiana nei dittonghi come uova; X come la cs italiana; Y come la I italiana (ma nella lingua inglese é consonante). Le vocali sono cinque come in italiano e hanno un suono base, cioé il suono alfabetico. Le vocali mantengono in genere il suono alfabetico quando sono accentate perché cade su di loro l’accento tonico, mentre in inglese non esistono accenti grafici. La vocale e é muta a fine parola e molto spesso anche all’ interno della parola stessa, ma non nei monosillabi. Ad esempio: time -> taim, name ->neim, interest -> intrest, bed -> bad. Le vocali seguite dalla consonante r sia all’ interno della parola, che alla fine, creano un suono particolare, difatti la R non si pronuncia in maniera sensibile ma se ne intuisce ugualmente il suono in maniera lieve. La vocale U é muta se sta tra una consonante e una vocale tipo guard (gard). Le consonanti si pronunciano in maniera quasi simile a quella italiana, ma in alcuni casi fanno eccezione come i cioccolata, ch suono dolce; la C prima di E, I, Y si pronuncia S, altrimenti K duro; G prima di E,I. Y ha suono dolce come genio altrimenti ha un suono duro come gh; H all’ inizio di parola é quasi sempre aspirata; TH é difficile da pronunciare, può avere pronuncia dolce o aspra, simile a una S o a una Z, dette con la lingua appoggiata ai denti superiori, per esempio l’articlo the che ha un suono dolce o tooth, dente che ha un suono aspro; J ha il suono dolce della G; PH suona come una F; SC ha sempre un suono duro SK; SH ha un suono dolce come scelta; Z si pronuncia come S dolce. Quando due o più consonanti si incontrano nella stess aparola si applicano le seguenti regole: gh é muto in fine parola e anche quando é seguito da T (light lait); K é muta all’ inizio della parola se é seguita dalla lettera N come in Knoc-no; P é muta se seguita nella stessa sillaba da N, S, T (pneumonia nemonia, psy-chosis saicosis, receipt risi:t); TCH la T é muta come in watch-uoc, con la C dolce! Grafica utilizzata per il post prelevata da web marketing Umbria all’ indirizzo royalty free: https://unsplash.com! In uno dei prossimi articoli cercheremo di entrare nei meccanismi di Angular mostrando dal lato pratico come si attiva il web server locale sulla porta 4200! Stay tuned con web marketing Umbria!